TRADICIONES ITALIANAS MARTEDI GRASSO


tradiciones italianas martedi grasso

TRADICIONES ITALIANAS MARTEDI GRASSO – Eventi storici, aneddoti e tradizioni d’Italia. Articolo dopo articolo, vi sveliamo tutte le TRADIZIONI, più o meno note, del Bel Paese.

Amici del Centro G. Leopardi, oggi vi portiamo alla scoperta di un’antichissima tradizione che annualmente chiude i festeggiamenti del Carnevale, ovvero il MARTEDÌ GRASSO. Andiamo a vedere la sua origine e le curiosità di questo giorno che tutti gli amanti del Carnevale, ogni anno, attendono con ansia.

Il MARTEDÌ GRASSO, oltre a segnare la fine della “SETTIMANA GRASSA”, precede i quaranta giorni della Quaresima, periodo in cui si seguiva una dieta povera e quindi i cibi più prelibati non venivano mangiati. Per cui, per evitare tentazioni durante la Quaresima, proprio il martedì si dava fondo alle scorte presenti nella dispensa, quindi si esagerava a tavola e si dava sfogo ai vizi prima di entrare nel periodo del digiuno. Per lo meno, si cercava di finire tutto quello che era avanzato in casa dal giorno del GIOVEDI GRASSO, in cui si era dato inizio ai grandi festeggiamenti.

Oggi la tradizione si è un po’ persa, e il MARTEDÌ GRASSO per molti non è altro che l’ultimo giorno di Carnevale, ma in tempi più antichi aveva un valore forte per le comunità cristiane. Per chi invece è ancora legato alla tradizione, le 24 ore del MARTEDÌ GRASSO sono il momento per soddisfare gli ultimi desideri dei più golosi, ad esempio godendendo dei tipici dolci del Carnevale, tradizionalmente molto variegati da nord a sud (come le chiacchiere, i crostoli, le bugie, le castagnole o le frittelle).

IL MARTEDÌ GRASSO IN ITALIA
A VENEZIA era possibile indossare maschere per tutto il periodo di Carnevale ma una volta scoccata la mezzanotte del martedì grasso, scattava il divieto che comportava sanzioni piuttosto pesanti. Negli ultimi anni del ‘200, il MARTEDÌ GRASSO era stato inserito tra le festività ufficiali veneziane; ma poiché era ormai diventato un giorno di “anarchia festosa”, pochi anni dopo si dovette tornare indietro per limitare lo smodato utilizzo delle maschere. Insomma, arrivato il martedì il Carnevale di Venezia si chiude in maniera decisa!
Un’altra curiosità riguarda MILANO dove, poiché viene seguito il rito ambrosiano per cui la Quaresima ha inizio la domenica e non il mercoledì, i festeggiamenti che normalmente avrebbero luogo il MARTEDÌ GRASSO vengono posticipati di quattro giorni, ovvero al sabato grasso o “Carnevale ambrosiano”.

CURIOSITÀ DALL’ESTERO
Il MARTEDÌ GRASSO non appartiene eclusivamente alla tradizione italiana, ma è presente anche in quella di altri paesi, anche se con alcune differenze. Mentre in FRANCIA si parla, come in Italia di Mardi Gras, in GERMANIA e nei paesi scandinavi, ad esempio, i festeggiamenti sono anticipati al lunedì. Un’usanza completamente diversa si ha negli STATI UNITI: qui il MARTEDÌ GRASSO equivale al PANCAKE DAY. La tradizione vuole che in questo giorno si svolga una competizione per cui i partecipanti devono correre facendo girare una frittella in una padella. Impossibile dimentiacare poi il MARDI GRAS di New Orleans, tradizione portata in Louisiana dai primi colonizzatori francesi.

Vi è piaciuto questo articolo TRADICIONES ITALIANAS MARTEDI GRASSO? Continuate a seguirci su FACEBOOK per scoprire novità e curiosità sulla grammatica e la lingua italiana con proverbi e modi di dire, oltre all’arte, la storia e la cultura del Bel Paese!